Chi scopre per la prima volta Varazze si trova davanti un panorama in cui montagna, mare e borghi medievali si fondono insieme creando un ricco cocktail di meraviglie naturali.
C’è talmente tanto da vedere, respirare e vivere che si rischia di perdersi nell’indecisione; se è la vostra prima volta a Varazze qui di seguito vi consigliamo 5 cose che non dovete perdervi.

VARAZZE-RIVIERA-DI-PONENTE

Le 5 meraviglie di Varazze

Il Centro Storico di Varazze e le sue Porte Antiche

Il centro storico di Varazze, per la sovrapposizione di stili ed epoche diverse, è uno tra i più belli e caratteristici borghi della Riviera Ligure, caratterizzato da case colorate e dalla vicinanza alla spiaggia.

Ma la vera meraviglia è rappresentata dalla cinta muraria, realizzata nel XIII e XIV secolo, che continua fino all’antica pieve di S.Ambrogio, la cui facciata è stata inglobata nelle mura stesse. Nelle fortificazioni si trovano alcune porte consentivano l’accesso alla città: Porta di Ponte Vecchio, Porta dei Busci, Porta del Torrione e la Porta della Loggia, verso ovest infine si apriva la Porta del Borghetto.

VARAZZE-RIVIERA-DI-PONENTE

La Chiesa di Sant’Ambrogio

La Chiesa di Sant’Ambrogio, risale al 1300 e ospita, tra le varie opere, la statua dell’Assunta di Francesco Schiaffino del 1740, un polittico di Giovanni Barbagelata con Sant’Ambrogio tra Santi del Cinquecento, e l’Annunciazione di Francesco da Milano del 1535; meravigliose le cappelle laterali dove si può ammirare una bellissima raccolta di affreschi e opere pittoriche che vanno dal 1500 alla seconda metà del 1700.

VARAZZE-RIVIERA-DI-PONENTE

La Chiesa di Santa Caterina

La Chiesa Di Santa Caterina, del XVII secolo, è un edificio modesto ma conservato perfettamente in tutta la sua bellezza come tutti gli edifici religiosi di Varazze.
All’interno, gli affreschi che decorano mura e volte, raccontano gli episodi più significativi della vita della Santa come il suo arrivo a Varazze e il conseguente giuramento della popolazione di erigere la cappella sulle pareti del presbiterio, realizzati nella seconda metà dell’Ottocento da Francesco Gandolfi di Chiavari.
Sulla volta è raffigurato lo sposalizio mistico di Santa Caterina, dipinto da Luigi Gainotti, allievo di Nicolò Barabino.

Il Santuario di Nostra Signora della Guardia

Particolarmente emozionante è la visita al Santuario di Nostra Signora della Guardia.
Per raggiungerlo è necessario fare la passeggiata di circa un’ora, che i turisti considerano come un piccolo pellegrinaggio in cui fare raccoglimento spirituale.
L’edificio, meraviglioso nella sua semplicità, si trova sulla cima del Monte Grosso.
Da qui si può godere di un panorama spettacolare e di una vista su un lungo tratto di costa ligure, fino a Porto Venere.

Il Parco Naturale del Beigua

Chi visita Varazze non può non fare una passeggiata fino al Parco naturale del Beigua.
È stato riconosciuto come geoparco UNESCO nel 2005 e oggi rappresenta il museo naturale che con i suoi 39.230 ettari di estensione racconta la storia floristica della Liguria.
Oltre alla flora, anche la fauna con i suoi rumori vi consentirà di immergervi nella natura ligure: i caprioli, cinghiali, uccelli rapaci, e in casi rari, anche i lupi. Nel parco è presente anche una cima del massiccio del Beigua.

VARAZZE-RIVIERA-DI-PONENTE

Dopo l’escursione in città vi basterà tornare nella nostra Marina di Varazze per osservare con occhi diversi la struttura più moderna della Riviera ligure di Ponente che racconta l’antica storia navale di tutta la città.
In Marina è possibile noleggiare moto d’acqua e canoe, o prenotare lezioni di sci nautico, di vela e di navigazione. Il porto è anche un luogo di ritrovo per chi ama il mare e le barche.
Marina di Varazze: dove trascorrere il proprio tempo libero in un ambiente elegante e raffinato.

VARAZZE-RIVIERA-DI-PONENTE